FANTALICA APERTA 18 aprile 2015

OPENDAY20042015

SABATO 18 APRILE
h.16.30

Primavera a Fantalica! Vuoi assaggiare liberamente i nostri corsi di scrittura?

Sabato 18 aprile 2015 Fantalica offre una giornata porte aperte in cui ci si può cimentare nella scrittura creativa. Ti aspettiamo alle 16.30 con “Scrivi il tuo incipit! L’importanza di un buon inizio” con Laura Liberale e Heman Zed. La lezione verterà sui primi rudimenti fondamentali per una buona stesura.

Non mancare!

INGRESSO LIBERO SU PRENOTAZIONE

Per info e prenotazioni:
chiamaci allo 3483502269
o scrivici al fantalica@fantalica.comwww.fantalica.it

“Incipit” di Paolo Colini

1342448879-1justin_rowe_3dsculpturebook

Parole sotto i riflettori

Per la rubrica Parole sotto i riflettori, Paolo Colini, socio Fantalica che frequenta il laboratorio permanente di scrittura Lettera 22, ci propone:

“Incipit”

«I N T E R – R O T T A !». E sotto c’era la foto dei nerazzurri che uscivano dal campo a testa bassa.

Mi colpivano sempre i titoli della Gazzetta dello Sport. Giochi di parole arguti, spesso divertenti, mai banali.

Mi stupivo invece di trovala lì, la Gazzetta. Sapevo che da Roma in giù era quasi una sconosciuta: solo il Corriere dello Sport. Per i quotidiani sportivi c’era una specie di “Linea Gustav” che divideva in due la penisola: sopra, la Gazzetta; sotto, il Corriere.

Chissa? Forse quei fogli rosa che roteavano sulla scogliera si erano trovati “Behind Enemy Lines” (l’avete visto, no? Owen Wilson, Gene Hackman … ) e adesso cercavano di fuggire e di salvarsi gettandosi in mare.

Ma io, piuttosto, che ci facevo sulle scogliere di Polignano a Mare? Tre giorni prima neppure sapevo dov’era ‘sto Polignano e adesso, ancor prima dell’alba, senza neppure un goccio di caffè in corpo, mi opponevo, come un eroe nei quadri dei romantici inglesi, al vento che sferzava la scogliera (di Polignano però, mica di Dover).

Tutta colpa … «dell’amore!» urlerete subito voi, in coro.

No! Tutta colpa di uno smartphone, invece.

Sì, uno smartphone. Anzi, no! Non è “uno” smartphone: è “lo” smartphone. Sì, proprio quello! Che poi non lo si dovrebbe neppure chiamare smartphone, come banalmente chiamiamo tutti gli altri, ma “quic’èunavocale…phone”. Perché la luce che sorgeva da Cupertino io l’ho vista. Ma questa è un’altra faccenda.

Tre giorni fa, sabato, ero ancora a Milano; lo sapete che abito lì, vero? Tutti gli art director abitano a Milano! Ma io non solo ci abito: io sono milanese, e da generazioni.

L’EDITING DEL VOSTRO TESTO

SONO APERTE LE ISCRIZIONI
AL CORSO DI SCRITTURA CREATIVA AVANZATO

pennino_e_lettere

Obiettivi

Si propone di fornire ai partecipanti delle regole semplici ma essenziali per migliorare la qualità dei propri manoscritti affrontando il percorso che dalla bozza porta alla versione definitiva del manoscritto.

Descrizione

Refusi, piccoli errori grammaticali e di punteggiatura, un uso non appropriato della lingua come anche criticità strutturali o nei contenuti, possono infatti non rendere il giusto merito al proprio lavoro. Ad ogni lezione si procederà quindi a diversi stadi di lettura del testo operando le necessarie correzioni, annotazioni ed eventuali suggerimenti o indicazioni di riscrittura.

Attività proposte

  • Scopi e obbiettivi dell’editing editoriale.
  • Il tema dell’opera: verifica generale dettagliata delle scene e dell’ambientazione.
  • Trama e struttura: controllo del ritmo degli eventi e della loro verosimiglianza


AFFRETTATI!

Corso a numero chiuso

Continua a leggere
http://www.fantalica.it/default.asp?content=1,633,0,0,0,CORSO_DI_SCRITTURA_CREATIVA_avanzato,00.html

INCONTRO CON L’AUTORE GIULIO MOZZI

LO SCRITTORE GIULIO MOZZI
PRESENTA

FAVOLE DELMORIRE

CON LA PARTECIPAZIONE

DELLA SCRITTRICE LAURA LIBERALE
e DELL’ATTRICE BARBARA GIOVANNELLI

locandfinaWebpresso la sede dell’Associazione Culturale Fantalica

MERCOLEDì 25 MARZO
ORE 20.00

Eccoci al terzo “incontro con l’artista” legato alla scrittura. Mercoledì 25 marzo, presso la sede dell’associazione, incontriamo lo scrittore Giulio Mozzi che presenta il suo libro “Favole del morire”

“Che cosa è “Favole del morire” (Laurana editore, pp.154 )? Non è un romanzo, non è una raccolta di poesie, non è una raccolta di racconti, lo stesso Giulio Mozzi se deve definirlo parla di raccolta di ‘ pezzi’, mutuando dal gergo giornalistico. La realtà è che è un libro, come tutti quelli scritti da Mozzi dopo il 2000, e non sono pochi, che sfugge proprio alla definizione, non la richiede, in qualche modo anzi ha la sua radice autentica nell’aver perso tutte le norme e le forme tradizionali di scrittura.
Non è neppure sperimentazione in senso classico. Mozzi sembra piuttosto cercare un corpo a corpo con la scrittura che è poi un corpo a corpo con il lettore, con la voglia di prendere il lettore da parte e provare a dirgli delle cose che sono in qualche modo vitali, anche quando sembrano inopinatamente leggere. Per certi versi forse la sua è una scrittura religiosa, ma come tormento della scrittura, come impotenza della scrittura che si trova per esempio in Agostino.”

Continua a leggere
http://www.fantalica.it/default.asp?content=1,734,0,0,0,Incontro+con+l%B4autore.+Giulio+mozzi+presenta+il+suo+nuovo+libro,00.html