Open Day a Fantalica – 14 aprile

Open day a Fantalica
14 aprile 2018 dalle 14.00 alle 19.30
via Giovanni Gradenigo 10 a Padova (zona Portello)

Open Day a Fantalica - 14 aprile

Il 14 aprile dalle 14.00 alle 19.30, l’associazione culturale Fantalica apre le porte al pubblico per inaugurare il periodo primaverile e presentare tutte le nuove proposte per i soci.
Visto il grande successo delle precedenti edizioni, l’Associazione offrirà una serie ancora più nutrita di laboratori e eventi liberi e gratuiti rivolti a tutti coloro che vogliano conoscere il mondo della recitazione, della fotografia, dell’arte e della creatività.
Per l’intera giornata vi saranno numerosi artisti, artigiani, fotografi, scrittori, attori affermati che proporranno workshop in cui si potrà sperimentare, conoscere e osservare gli esperti e i maestri.

Per l’Open Day a Fantalica – 14 aprile 2018 si è voluto coinvolgere i laboratori di Fotografia, Disegno e Pittura, Recitazione Teatrale e Cinematografica, Scrittura Creativa, Public Speaking, Fumetto, Taglio e Cucito e Comunicazione.
In occasione dell’open day, oltre alla presentazione di una parte del lavoro realizzato dai soci durante l’anno sociale in corso, il pubblico potrà partecipare ad alcuni eventi straordinari e attività pratiche:

Alle ore 14.00 si potranno sperimentare workshop dedicati all’espressività “GIOCHIAMO CON LE PA-RO-LE” e “PRIMI PASSI NEL MONDO DELLA RECITAZIONE”, condotti dagli attori Eros Papadakis e Riccardo Michelutti. Inoltre, si potrà assistere ad una Lezione introduttiva al corso di Training autogeno con la psicologa Tania Sanna.

Alle ore 15.30 proporremmo lezioni introduttive Recitazione Cinematografica, Fotografia, Comunicazione e Fumetto: “STATI DI ALLUCINAZIONE: IL METODO CHUBBUCK”, condotto dall’attore e regista Vittorio Attene, “LA COMPOSIZIONE FOTOGRAFICA: cos’è e perché utilizzarla”: del fotografo Edoardo Varotto, “L’ARTE DELLA COMUNICAZIONE EFFICACE: le quattro regole di base” con la partecipazione degli esperti in comunicazione Massimo Saresin e Michele Silvestrin. Inoltre, verrà proposta una lezione di prova “FUMETTI IN A5” del corso di fumetto con il fumettista Francesco Saresin.

Alle ore 17.00 si potrà assistere alle lezioni di prova di Public Speaking “L’IMPORTANZA DEL RUOLO”, di Vittorio Attene;, L’ATTACCO IN MEDIAS RES: nell’azione”, lezione gratuita di Scrittura Creativa tenuta dagli scrittori Laura Liberale e Heman Zed, e “COPIA DAL VERO: i principi del disegno”, lezione del corso di Disegno e pittura tenuta dall’artista Clarissa Lionello.

Alle ore 18.30 “SPECIAL EVENT”:
“INTRECCI CREATIVI – L’ARTE IN COMUNICAZIONE”Open Day a Fantalica - 14 aprile

L’Ass. Culturale Fantalica presenta l’esposizione finale del progetto “INTRECCI CREATIVI – L’ARTE IN COMUNICAZIONE”: un percorso che nasce con l’intento di mettere in contatto diverse discipline espressive, proposte durante i laboratori rivolti ai soci, e stimoli la loro creatività e li incentivi nella realizzazione di un prodotto comune.

 

Gli eventi sono gratuiti ma su prenotazione in quanto i posti sono limitati!
Per conoscere il programma dettagliato degli incontri e per prenotare, visita il sito www.fantalica.com

 

per info e prenotazioni:

http://www.fantalica.com/event/openday-fantalica-aperta-14-aprile-2018/

Associazione Cuturale Fantalica
Via giovanni Gradenigo 10, Padova
tel. 0492104096; cell. 3483502269; fantalica@fantalica.com

La città dell’acqua-sinossi dello spettacolo

La città dell’acqua-sinossi dello spettacolo

la città dell'acqua

Nell’ambito del Progetto Portello Segreto, l’associazione culturale Fantalica è lieta di invitarvi allo spettacolo “La città dell’acqua, la memoria del passato, la consapevolezza del presente, la visione futura”, scritto da Heman Zed con la regia di Vittorio Attene e costumi a cura di Caterina Riccomini.

icona facebook azzurra

Lo spettacolo sarà messo in scena mercoledì 12 luglio al Parco Venturini Ex Fistomba.

L’ingresso è libero su prenotazione.

Ecco la sinossi dello spettacolo scritta da Heman Zed

Attraverso diverse voci  che rappresentano un flusso di coscienza collettivo, lo spettacolo si propone di raccontare i mutamenti idrografici e idrologici che hanno interessato e interessano la città di Padova.  Nel tempo, infatti, la città ha perso la sua primigenia vocazione di città d’acqua e con essa la sua rete di comunicazione fluviale che ne collegava l’entroterra con la laguna. Tale mutazione, non solo fu legata alle esigenze derivate dal boom economico degli anni ’60, ma anche a quelle di una comunità cittadina, legate alla qualità e disponibilità di acqua potabile, oltre alla necessità di smaltire le acque reflue.

Quindi, se nel primo atto sarà la memoria storica ad imporci di osservare anche con spirito critico soluzioni che talvolta hanno sacrificato elementi paesaggistici che caratterizzavano la città, il secondo atto sarà consapevole che col mutare dei tempi, e con esso i bisogni di una comunità sempre più vasta, bisognava scendere a patti, assolvendo almeno in parte gli interventi radicali effettuati  nel secolo scorso. 

Sarà compito del terzo atto, invece, delineare la visione a lungo termine di una progettualità che, salvaguardando ambiente e paesaggio, tenga conto di mutamenti climatici e socio-economici  che potrebbero mettere in pericolo il patrimonio delle risorse idriche.

Per maggiori info sul progetto Portello segreto vai al sito

Vi aspettiamo tutti al Parco Venturini!!!

 

Spettacolo teatrale scritto da Heman Zed

Spettacolo teatrale scritto da Heman Zed

Dopo la fortunata edizione del 2016 che ha visto Portello Segreto vincitore del bando CulturalMente 2015 della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, l’Associazione Culturale Fantalica in collaborazione con le diverse realtà del territorio, il Comune di Padova e Acegas Aps gruppo Amga ripropone il ricco programma culturale che vede protagonista il quartiere Portello e i suoi segreti inserendolo in un contesto che vuole sottolinearne anche l’importanza della salvaguardia ambientale.

logo portello segreto piccolo

Il progetto Portello segreto 2017 è infatti sostenuto dalla società di gestione dell’acquedotto di Padova, Acegas Aps Amga gruppo Hera, con la finalità proprio di avvicinare il pubblico alla conoscenza dei luoghi d’acqua di Padova, di cui il Portello è uno dei più significativi.

Da maggio a luglio 2017 verrà proposto al pubblico un nutrito programma di spettacoli, visite guidate, conferenze, mostre e performances, in particolare uno spettacolo che vede protagonista lo scrittore e docente di LETTERA 22 Heman Zed.. vai al suo profilo

heman zed

LA CITTA’ DELL’ACQUA

spettacolo a cura dell’Associazione Culturale Fantalica, scritto da Heman Zed, per la regia di Vittorio Attene

Mercoledì 12 luglio*, ore 21.00 – Parco Venturini Ex Fistomba, Padova.

Uno spettacolo che mette insieme più arti, quella della scrittura, della recitazione e della danza, per narrare una storia: la Padova d’acqua, in una trama di narrazione che oscilla tra fantasia e realtà per trasmettere l’importanza dell’acqua e della sua gestione.

La partecipazione è gratuita, su prenotazione.

*In caso di maltempo, lo spettacolo verrà spostato al 13 luglio 2017.

Incontro con l’autore: Silvia Zidarich

incontro con l'autore: Silvia Zidarich

 

Incontro con l’autore: Silvia Zidarich

Dopo aver ospitato scrittori e dopo aver partecipato al grande festival letterario BABELE A NORD EST l ’Associazione Culturale Fantalica di Padova propone un nuovo incontro con l’artista giovedì 23 febbraio presso la sede di via Giovanni Gradenigo incontrando Silvia Zidarich che presenterà il suo primo romanzo “La ragazza della luna” edito da Ciesse Edizioni.

Conosciamo meglio l’autrice e il suo romanzo…

Silvia Zidarich è nata a Trieste nel 1988.
È laureata a pieni voti in Psicolo-gia all’Università degli Studi di Padova e vive attualmente a Trieste per esercitare la sua pro-fessione nel campo della psico-logia clinica e di ricerca.  Silvia ha partecipato al laboratorio di scrittura permanente LETTERA 22 tenuto da Laura Liberale e Heman Zed organizzato proprio dall’Associazione Culturale Fantalica. ‘La ragazza della Luna’ edito dalla Ciesse Edizioni è il suo romanzo d’esordio in cui l’autrice coniuga la passione per la narrativa con un’attenzione sempre rivolta all’esperienza in-terna del processo di crescita e del disturbo mentale.

Sinossi del romanzo di Silvia Zidarich “La ragazza della Luna”

Cover_La_ragazza_della_Luna

Miriam, 15 anni, una grande passione per lo studio e per i romanzi fantasy, de-testa la realtà dei suoi coetanei, vol-gare, conformista, priva di valori. Decisa a contrapporvi i suoi alti ideali e il suo senso del sacrificio, intraprende una strada verso la perfezione a tutti i costi che la porterà a imbattersi in una letale compagna di viaggio: l’anoressia ner-vosa.
Andy, 17 anni, tipico profilo da adole-scente multiproblematico, un curricu-lum di vandalismi e disgrazie familiari alle spalle, coltiva un sogno nel cassetto del tutto improbabile: diventare un grande poeta. Quando i due incro-ciano i loro percorsi avviene lo scontro tra due modalità opposte di incarnare quella lotta per rivendicare il proprio po-sto nel mondo che è l’adolescenza: da una parte la ribellione a una vita dura che non risparmia i propri colpi; dall’al-tra il rifiuto totale di essa, come voca-zione mistica.
Ma per Miriam, nello scontro c’è in palio anche un premio di altro tipo, cioè la so-pravvivenza a una malattia orribile, suo alter ego oscuro. Attraverso il dialogo con essa, si ripresenta in scena la tra-gica danza umana della vita con la morte, sullo sfondo di una Trieste dal fa-scino crepuscolare.

Vi aspettiamo!