Renato Costa “La guerra di Don Piero”

Renato Costa “La guerra di Don Piero”

Renato Costa racconta il suo libro “La guerra di Don Piero”

L’incontro prevede la presentazione del libro di Renato Costa, ambientato tra la seconda metà dell’800 e la prima Guerra Mondiale, da cui si partirà per indagare un periodo storico che vede il Portello interessato da grandi cambiamenti di carattere sociale e culturale.

La serata è inserita negli incontri culturali del progetto Portello Segreto seconda edizione.

vai al programma delle altre serate

Image result for la guerra di don piero

Don Piero è un giovane sacerdote nato e cresciuto al Portello, un quartiere popolare di Padova, sul finire dell’’800. Figlio di una fruttivendola molto religiosa e di un oste libertario, cresce nell’osteria del padre. Questa è un covo di socialisti e di anarchici tenuti d’occhio dalla polizia. Ordinato sacerdote negli anni della guerra di Libia, viene arruolato negli alpini come prete-soldato e mandato a combattere sul Pasubio.

Lì conosce la crudeltà della guerra. Si fa amare dai commilitoni e si offre al posto di un padre di famiglia condannato a morte per diserzione. Salvato in extremis, torna a Padova nei giorni di Caporetto con i gradi di cappellano militare. Su incarico del vescovo si occupa di reduci e profughi in quella che è diventata la “capitale al fronte”.

Con l’armistizio di Villa Giusti l’Italia vince la guerra ma il destino, per don Piero, ha in serbo altro…

Presso la sala conferenze del CSV in via G. Gradenigo 10, Padova.

Martedì 9 maggio ore 21.00.

Incontro con l’autore: Silvia Zidarich

incontro con l'autore: Silvia Zidarich

 

Incontro con l’autore: Silvia Zidarich

Dopo aver ospitato scrittori e dopo aver partecipato al grande festival letterario BABELE A NORD EST l ’Associazione Culturale Fantalica di Padova propone un nuovo incontro con l’artista giovedì 23 febbraio presso la sede di via Giovanni Gradenigo incontrando Silvia Zidarich che presenterà il suo primo romanzo “La ragazza della luna” edito da Ciesse Edizioni.

Conosciamo meglio l’autrice e il suo romanzo…

Silvia Zidarich è nata a Trieste nel 1988.
È laureata a pieni voti in Psicolo-gia all’Università degli Studi di Padova e vive attualmente a Trieste per esercitare la sua pro-fessione nel campo della psico-logia clinica e di ricerca.  Silvia ha partecipato al laboratorio di scrittura permanente LETTERA 22 tenuto da Laura Liberale e Heman Zed organizzato proprio dall’Associazione Culturale Fantalica. ‘La ragazza della Luna’ edito dalla Ciesse Edizioni è il suo romanzo d’esordio in cui l’autrice coniuga la passione per la narrativa con un’attenzione sempre rivolta all’esperienza in-terna del processo di crescita e del disturbo mentale.

Sinossi del romanzo di Silvia Zidarich “La ragazza della Luna”

Cover_La_ragazza_della_Luna

Miriam, 15 anni, una grande passione per lo studio e per i romanzi fantasy, de-testa la realtà dei suoi coetanei, vol-gare, conformista, priva di valori. Decisa a contrapporvi i suoi alti ideali e il suo senso del sacrificio, intraprende una strada verso la perfezione a tutti i costi che la porterà a imbattersi in una letale compagna di viaggio: l’anoressia ner-vosa.
Andy, 17 anni, tipico profilo da adole-scente multiproblematico, un curricu-lum di vandalismi e disgrazie familiari alle spalle, coltiva un sogno nel cassetto del tutto improbabile: diventare un grande poeta. Quando i due incro-ciano i loro percorsi avviene lo scontro tra due modalità opposte di incarnare quella lotta per rivendicare il proprio po-sto nel mondo che è l’adolescenza: da una parte la ribellione a una vita dura che non risparmia i propri colpi; dall’al-tra il rifiuto totale di essa, come voca-zione mistica.
Ma per Miriam, nello scontro c’è in palio anche un premio di altro tipo, cioè la so-pravvivenza a una malattia orribile, suo alter ego oscuro. Attraverso il dialogo con essa, si ripresenta in scena la tra-gica danza umana della vita con la morte, sullo sfondo di una Trieste dal fa-scino crepuscolare.

Vi aspettiamo!

Generazione poesia a strappo

Generazione poesia a strappo

Domenica 6 Novembre 2016 dalle ore 10 alle ore 18
Villa Pollini , Via Cesare Pollini 2/4, Luvigliano Di Torreglia (PD)

Circolo Poetico Correnti
presenta
Generazione
Poesia A Strappo

generazione-poesia-a-strappo

La manifestazione, nata a Crema nel 1995 ,organizzata e prodotta dal Circolo Poetico Correnti e dal 2003 itinerante per le piazze ed i luoghi d’Italia sensibili alla poesia ,giunge a Luvigliano pittoresco borgo frazione di Torreglia PD ed avrà luogo nella bella Villa Pollini che prende il nome dal suo primo illustre proprietario: il pianista Cesare Pollini (1858-1912). Poesia A Strappo offre al lettore la possibilità di effettuare lo strappo dei testi degli autori, assemblati in blocchi e posizionati su pannelli e di creare una piccola antologia personale di poesie attraverso la libera scelta dei testi esposti.Questa edizione di Poesia A Strappo intitolata Generazione è dedicata alla nascita interiore della parola nella fertilità di un movimento creativo. Al concempimento di tempo e spazio ed anche all’appartenenza ad una età dell’esistenza.Poesia A Strappo Generazione è organizzata dal Circolo Poetico Correnti in collaborazione con l’Enoteca Villa Pollini.

Programma Eventi

Dalle 10:00 alle 18:00
Esposizione dei Pannelli per Poesia A Strappo Generazione nel Salone Verde di Villa Pollini

Dalle 11:00 alle 12:00 Reading dei poeti
Renzo Favaron Maria Grazia Galatà Giovanni Asmundo
Esther Messina Gigi Miracol

Dalle 17:00 alle 18:00 Reading dei poeti
Giuseppe Nigretti Annitta Di Mineo Matteo Roskaccio
Valeria Raimondi Francesca Diano Alberto Mori

Tutti gli eventi sono organizzati dal Circolo Poetico Correnti e si svolgono all’interno della Villa Pollini.

Per la loro realizzazione si ringrazia l’Enoteca Villa Pollini ed Esther Messina

Info: Alberto Mori Circolo Poetico Correnti Cell: 339 4469848
E mail:mementomor4@gmail.com Esther Messina Cell 3484162004

Enrico Unterholzner a Babele a Nord-Est

Enrico Unterholzner a Babele a Nord-Est

Babele a Nord-Est

Festival Babele a Nord-Est sezione Babeleoff

 

Il presidente dell’Associazione Culturale Fantalica, Enrico Unterholzner presenta il suo nuovo romanzo “Il Paleocalcio

21 ottobre alle ore 16.00 sala civica della galleria Cavour, Piazza Cavour, 1, Padova

Presenta: Nicolò Menniti Ippolito

Può succedere in un futuro neanche troppo lontano che si inneschi uno scontro epocale, sportivamente parlando, fra una neonata federazione calcistica che predica spettacolo e gli eredi della F.I.F.A. fautori del “Paleocalcio”.
Si gioca a carte coperte senza esclusione di colpi, così Yorn ex campione svedese della pedata e investigatore di professione, parte in incognito per infiltrarsi e scovare informazioni riservate che detective-nel-calcio-giocatopossano mettere in ginocchio questa irritante ventata di novità.
La guerra fra rottamatori e la vecchia e corrotta retroguardia rimbalza fra intrighi di palazzo, sentimenti di dubbia natura, tradimenti, in un domani forse futuristico più che futuribile dove ci si muove mediante teletraffico, si vedono valige che rincorrono i proprietari e si comunica con satellitari criptati.
Intanto i tifosi disertano gli stadi perché non vedono reti, ma “partite in cui l’80% del tempo si gioca in trenta metri affollati, con la palla che schizza da una parte all’altra” grazie a “dieci giocatori in grado di correre come ossessi per 90 minuti”.
Fantascienza, giallo, sport.

Nicolò Menniti Ippolito è docente e giornalista de “Il Mattino” di Padova

Per conoscere gli altri eventi di Babele a Nord-Est collegati all’Associazione Fantalica  visita la pagina