La città dell’acqua-sinossi dello spettacolo

La città dell’acqua-sinossi dello spettacolo

la città dell'acqua

Nell’ambito del Progetto Portello Segreto, l’associazione culturale Fantalica è lieta di invitarvi allo spettacolo “La città dell’acqua, la memoria del passato, la consapevolezza del presente, la visione futura”, scritto da Heman Zed con la regia di Vittorio Attene e costumi a cura di Caterina Riccomini.

icona facebook azzurra

Lo spettacolo sarà messo in scena mercoledì 12 luglio al Parco Venturini Ex Fistomba.

L’ingresso è libero su prenotazione.

Ecco la sinossi dello spettacolo scritta da Heman Zed

Attraverso diverse voci  che rappresentano un flusso di coscienza collettivo, lo spettacolo si propone di raccontare i mutamenti idrografici e idrologici che hanno interessato e interessano la città di Padova.  Nel tempo, infatti, la città ha perso la sua primigenia vocazione di città d’acqua e con essa la sua rete di comunicazione fluviale che ne collegava l’entroterra con la laguna. Tale mutazione, non solo fu legata alle esigenze derivate dal boom economico degli anni ’60, ma anche a quelle di una comunità cittadina, legate alla qualità e disponibilità di acqua potabile, oltre alla necessità di smaltire le acque reflue.

Quindi, se nel primo atto sarà la memoria storica ad imporci di osservare anche con spirito critico soluzioni che talvolta hanno sacrificato elementi paesaggistici che caratterizzavano la città, il secondo atto sarà consapevole che col mutare dei tempi, e con esso i bisogni di una comunità sempre più vasta, bisognava scendere a patti, assolvendo almeno in parte gli interventi radicali effettuati  nel secolo scorso. 

Sarà compito del terzo atto, invece, delineare la visione a lungo termine di una progettualità che, salvaguardando ambiente e paesaggio, tenga conto di mutamenti climatici e socio-economici  che potrebbero mettere in pericolo il patrimonio delle risorse idriche.

Per maggiori info sul progetto Portello segreto vai al sito

Vi aspettiamo tutti al Parco Venturini!!!

 

Spettacolo teatrale scritto da Heman Zed

Spettacolo teatrale scritto da Heman Zed

Dopo la fortunata edizione del 2016 che ha visto Portello Segreto vincitore del bando CulturalMente 2015 della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, l’Associazione Culturale Fantalica in collaborazione con le diverse realtà del territorio, il Comune di Padova e Acegas Aps gruppo Amga ripropone il ricco programma culturale che vede protagonista il quartiere Portello e i suoi segreti inserendolo in un contesto che vuole sottolinearne anche l’importanza della salvaguardia ambientale.

logo portello segreto piccolo

Il progetto Portello segreto 2017 è infatti sostenuto dalla società di gestione dell’acquedotto di Padova, Acegas Aps Amga gruppo Hera, con la finalità proprio di avvicinare il pubblico alla conoscenza dei luoghi d’acqua di Padova, di cui il Portello è uno dei più significativi.

Da maggio a luglio 2017 verrà proposto al pubblico un nutrito programma di spettacoli, visite guidate, conferenze, mostre e performances, in particolare uno spettacolo che vede protagonista lo scrittore e docente di LETTERA 22 Heman Zed.. vai al suo profilo

heman zed

LA CITTA’ DELL’ACQUA

spettacolo a cura dell’Associazione Culturale Fantalica, scritto da Heman Zed, per la regia di Vittorio Attene

Mercoledì 12 luglio*, ore 21.00 – Parco Venturini Ex Fistomba, Padova.

Uno spettacolo che mette insieme più arti, quella della scrittura, della recitazione e della danza, per narrare una storia: la Padova d’acqua, in una trama di narrazione che oscilla tra fantasia e realtà per trasmettere l’importanza dell’acqua e della sua gestione.

La partecipazione è gratuita, su prenotazione.

*In caso di maltempo, lo spettacolo verrà spostato al 13 luglio 2017.

“Latte” di Esther Messina, laboratorio di scrittura Lettera 22

“Latte” di Esther Messina, Lettera 22

Viaggio Tra Le Parole

Viaggio Tra Le Parole

Sabato 9 aprile, al termine della giornata aperta dell’Associazione Fantalica, gli attori Vittorio Attene e Maria Virgillito si sono messi alla prova nella lettura interpretata di alcuni racconti direttamente scaturiti dalle penne di alcuni soci dell’Associazione Fantalica, allievi del laboratorio di scrittura Lettera 22.

Maria Virgillito ha letto il dolce testo scritto da Esther Messina “Latte”

di seguito il testo di Esther Messina per Lettera 22:

Il portone di legno era quello di tante vite fa

legno chiaro rovinato dal troppo sole

ed ecco subito la grande scalinata

impregnata dagli echi di tutte le vite passate di corsa da qui

destini vicini e lontani

crudeli

 

era qui nel grande casolare di campagna

che tutti gli anni si trasferiva per la raccolta delle mandorle

la famiglia del mendolito

chiamata così da tutti

per via dalle dita macchiate di verde mallo

la buccia spugnosa che protegge la mandorla

dal troppo sole e troppo vento

 

gente che trascorreva esistenze intere aggrappate

all’unica cosa che possedevano

colline pietrose di alberi di mandorlo

cantando nel dialetto dell’isola

raccontando storie dolci e amare

e da bravi tragediatori nel DNA

ad esagerare avvenimenti

per tramandarli e sfinirli

 

alla fine della raccolta

guardare le donne spremere le mandorle

dentro un sottile velo per cavarne del latte

diventava un’esperienza sensualissima

il contrasto dei colori del latte

con quello dei capelli

la luce degli occhi

il dondolare degli orecchini d’oro

era inevitabile

l’aria si riempiva di gesso e di zucchero

e di imprendibili sogni

era l’unico momento in cui qualcosa di bello

sembrava pervadere quelle vite piccole

tutto era denso bianco o denso nero

e nel latte qualche buccia di mandorla ad inasprire il gusto

nel palato amaro di velluto

 

non ditelo a nessuno è un segreto

mangiare nel mese di agosto è sacrilegio

su quest’isola si beve latte di mandorla e si fa l’amore

per smettere di morire”

Esther Messina

 

Guarda le foto della serata http://scrittura.fantalica.com/letture-interpretate-di-fantalica/

 

letture interpretate di Fantalica

letture interpretate di Fantalica

VIAGGIO TRA LE PAROLE, letture interpretate.

letture intepretate

Sabato 9 aprile, al termine della giornata aperta dell’Associazione Fantalica, gli attori Vittorio Attene e Maria Virgillito si sono messi alla prova nella lettura interpretata di alcuni racconti direttamente scaturiti dalle penne di alcuni soci dell’Associazione Fantalica, allievi del laboratorio di scrittura LETTERA 22.

Maria Virgillito ha letto il dolce testo scritto da Esther Messina “Latte”.

Vittorio Attene ha letto e interpretato il divertente racconto di Fabio Amedei “Shopping compulsivo”

Ecco le foto dell’evento